fbpx

Talk di Maria Teresa Ferretti per TEDxTorinoSalon

“Listen to one patient to help a million”
Long Covid, sistema immunitario e differenze di genere, Maria Teresa Ferretti per TEDxTorinoSalon

Sul canale YouTube Tedx Talks, Maria Teresa Ferretti, autrice di Una bambina senza testa, parla del “Long Covid”, della relazione fra sistema immunitario e cervello, e delle differenze tra uomini e donne: le donne sono più vulnerabili degli uomini alle malattie autoimmuni e ad alcune malattie neurodegenerative, ma la mancanza di una medicina di precisione che analizzi le differenze di sesso e di genere fa sì che queste malattie vengano diagnosticate in ritardo o addirittura mai, e che i sintomi vengano spesso confusi con altre patologie, come i disturbi psicosomatici.

Di solito è un uomo. Basta un raffreddore, una febbriciattola, ed eccolo lì buttato sul divano. Fazzoletti, copertina e telecomando; stanco e svuotato, anche un po’ triste. È una scena che abbiamo visto tante volte, questo è il momento di raccontare una storia diversa – vedere qualcos’altro.

“Have you ever heard of Long Covid?”, inizia così il Talk di Maria Teresa Ferretti per TEDxTorinoSalon Democrazia Digitale. Si tratta di sintomi successivi, che si manifestano anche a distanza di mesi. Affaticamento, mancanza di concentrazione, scarsa memoria.

“Recovered, but not healthy”. L’emergenza sanitaria può aprire la porta della medicina a un dialogo rimasto fino ad ora socchiuso: la relazione tra sistema immunitario e cervello. L’abbiamo sperimentato tutti. Un calo di concentrazione, una variazione d’umore dopo un banale raffreddore. Su una scala drammaticamente più ampia, questa strada può portare a una comprensione più profonda – più umana – delle malattie neurologiche e psichiatriche come la sclerosi multipla e la fibromialgia. E la maggior parte dei pazienti sono donne.

In una frase: “Yes, the immune system can make you depressed”. Sintomi come quello depressivo possono nascondere patologie neuroimmuni. Sottovalutare questo tipo di manifestazioni è stato un grave errore del passato – liquidate più di una volta come naturale propensione femminile all’isteria e al dramma. Sintomi sì, ma di debolezza. È il momento di costruire una narrazione diversa. Cogliere l’occasione per aprire un dialogo nuovo e prezioso tra medico e paziente. E tra pazienti e pazienti. Creare una comunità.

“Listen to one patient to help a million”. Grazie alle nuove tecnologie e alle ricerche e alle risorse messe in campo per contrastare il Covid-19, abbiamo oggi l’opportunità di tracciare ogni sintomo, esplorare ogni legame, ascoltare ogni voce. Di solito è un uomo. Ma lo scopo della scienza, secondo Maria Teresa Ferretti, è indagare le differenze. In una democrazia digitale, l’uguaglianza, l’attivismo e la responsabilità sono i nuovi propositi della medicina.

Una medicina più attenta, e più umana. Ecco un inizio.

Maria Teresa Ferretti, neuroscientist and neuroimmunologist, dedicates her medical and scientific career to an enlightened purpose: to make a difference. She specialises in gender and precision medicine in neurology and psychiatry – in the search for specificities on the basis of gender and the individuality of patients. With this in mind, in 2016, she founded Women’s Brain Project: the non-profit organisation of which she is now scientific director. In the course of a rich exploration that has taken her from Cagliari to England to Canada, she has specialised in the treatment of Alzheimer’s – the main theme of numerous publications and scientific conferences. She devotes herself to teaching at the Medical University of Vienna and in specialist courses on gender and precision medicine. Her determination to investigate differences and break taboos related to mental illnesses has brought her to the stage of TEDxTreviso in 2019 and to bookshops in 2021 with “A Headless Girl”. This talk was given at a TEDx event using the TED conference format but independently organized by a local community. Learn more at https://www.ted.com/tedx

Fonte: TEDx Talks su YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *