fbpx

Eventi e News

18 Settembre 2020

“Le strade dell’Apartheid” nel bookshop di Riaperture, Grenze – Arsenali fotografici, Festival della Fotografia

“Le strade dell’Apartheid” nel bookshop di Riaperture (Ferrara), Grenze - Arsenali fotografici (Verona), Festival della Fotografia (Lodi/Codogno). Autunno 2020.
25 Agosto 2020

“Le strade dell’Apartheid” nella mostra di Luca Greco al Meeting del mare

Sul Giornale del Cilento, un articolo di Giangaetano Petrillo parla di Luca Greco e del suo 'Le strade dell'Apartheid', in mostra nella tre giorni del Meeting del Mare a Marina di Camerota (SA).
11 Agosto 2020

“Virus e tempo sospeso: Claudio Comandini analizza il momento” (Il Tuscolo)

"Virus e tempo sospeso: Claudio Comandini analizza il momento" (Il Tuscolo)
12 Gennaio 2020

Novità – Concorso per racconti “Quando l’uomo ridiventò scimmia”

Le Edizioni Mondo Nuovo nell'ambito del programma editoriale previsto per l'anno 2020 promuovono un apocalittico regressivo CONCORSO PER RACCONTI dal titolo e sul tema: QUANDO L’UOMO RIDIVENTO’ SCIMMIA a cura di Claudio Comandini e Massimo Pamio.
23 Luglio 2020

Articolo sulla presentazione de “Le strade dell’Apartheid” al Caffè Letterario (Il Cittadino, Lodi)

Articolo di Federico Gaudenzi sulla presentazione de "Le strade dell'Apartheid" al Caffè Letterario di Lodi su "Il Cittadino"
22 Marzo 2020

Un libro per la vita

Le Edizioni Mondo Nuovo, in relazione alla drammatica emergenza Coronavirus, hanno deciso di rendere disponibili alcuni titoli in formato ebook, al prezzo di € 1,99. IL RICAVATO SARA' DEVOLUTO ALLA PROTEZIONE CIVILE. #iorestoacasa
8 Maggio 2020

“Majella: la Montagna Sacra”, articolo di Giovanni Liberato su Ovidionews.it

"Papa Celestino V riconobbe nella Majella il santuario naturale ove praticare la sua ascesi. Cara agli abruzzesi, questa montagna è la grande madre e signora, sacra nel nome. Etimologicamente, essa è “nutrice” in greco (Μαῖα), “grande” in sanscrito (Mahā). La dea Maia dà il nome anche al mese di maggio (maius), che è dedicato alla vergine Maria Theotókos (“Madre del Dio”, quindi nutrice anch’essa)."