fbpx

Sesso e genere: il cervello tra natura e cultura

Sesso e genere: il cervello tra natura e cultura. Intervista video ad Antonella Santuccione

(Il Pensiero Scientifico Editore)

IL PENSIERO SCIENTIFICO EDITORE:

Con Antonella Santuccione Chadha abbiamo parlato del ruolo di sesso e genere nelle malattie della mente e del cervello, di stigma e del tempo della diagnosi, più lungo in queste malattie se paragonato ad altre branche della medicina. Assieme a Maria Teresa Ferretti, farmacologa della Medical University di Vienna e co-fondatrice del Women’s Brain Project, la Santuccione ha pubblicato di recente il libro “Una bambina senza testa”; un libro autobiografico che ha l’obiettivo, partendo sia dalle storie dei pazienti che da quella personale, di dare voce a chi non ce l’ha: “Cioè a quelle persone che a causa di una malattia non riescono a comunicare i propri bisogni e le proprie esigenze, a essere ambasciatori di loro stessi”. Antonella Santuccione Chadha è co-fondatrice e pro bono CEO dell’organizzazione non-profit “Women’s Brain Project” che si occupa dell’influenza che il nostro DNA e i ruoli di genere assunti all’interno della nostra società possono avere sulle malattie del cervello e della mente. Lavora anche come head of stakeholder engagement per la malattia di Alzheimers’ a Biogen. È vicepresidente di Euresearch. Intervista realizzata per la serie “Mind the GAP. Che genere di salute mentale?”

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=5OjKT0AZ-74

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *