fbpx

“Il pane e le rose, libro tra ricette e filosofia” (Articolo di Marco Tabellione, Il Centro del 10/01/2021)

“Nel volume dell’abruzzese Michele Meomartino l’idea della cucina come scelta morale ed etica.”

“Un libro a metà strada tra saggio mistico-filosofico e ricettario di cucina popolare […]. Un’idea della cucina come parte integrante non solo della cultura dei popoli, ma anche della loro filosofia di vita.
L’autore del testo dedica molte pagine alla ritualità della cucina, come il rito del sugo della domenica, cotto a fuoco lento per ore, con il suo profumo che si spande per le stanze. Ma in questo umanissimo libro di Meomartino non ci sono solo sapori e sentori di un tempo, ci sono soprattutto le persone, quelle semplici, del popolo […].
Un libro dunque che si occupa di sapori e odori, ma che in realtà finisce per essere la grande difesa di un’intera civiltà, quella contadina, votata alla cura e alla parsimonia.
Ogni cibo, ogni ingrediente è un incontro di vite, ma anche di civiltà, idee per un mondo migliore, un mondo rinnovato anche da un nuovo equilibrato rapporto con il cibo.”

Fonte: “Il Centro”, 10 gennaio 2021, articolo di Marco Tabellione