fbpx

Collana: fuori collana
Formato: 15 x 21
Pagine: 176
Prezzo: € 16,00
ISBN: 978-88-32115-54-3
Uscita: marzo 2021

Antonella Santuccione Chadha
Maria Teresa Ferretti

UNA BAMBINA SENZA TESTA

Le differenze di sesso e di genere hanno un profondo impatto sulle malattie del cervello e della mente. Con la parola sesso ci riferiamo al nostro DNA e a tutte le informazioni che questo codifica; con la parola genere ci riferiamo a come la società e l’ambiente in cui viviamo influenzano la nostra persona facendoci assumere precisi ruoli al loro interno.
Come in una perfetta storia di investigazione, questo libro si prefigge lo scopo di scoprire le differenze che esistono tra uomini e donne nelle malattie del cervello e della mente. Incontreremo storie vere di donne e uomini che hanno visto le loro vite sconvolte dalla malattia; storie che si intrecciano con i mille tentativi messi in atto da un giovane medico impegnato nel sofferto sforzo di diagnosticare il mistero che si cela dentro questi cervelli malati e tentare una possibile cura. Sarà poi il neuroscienziato che ci spiegherà attentamente cosa accade a livello molecolare e di tessuto in questi cervelli disfunzionali. Uno scambio che avviene in uno dei centri più famosi al mondo per lo studio e la cura delle malattie del cervello e della mente: l’ospedale psichiatrico di Zurigo.
Scopriremo come spesso certe malattie del cervello e della mente si presentino in numeri diversi tra uomini e donne e abbiano segni e sintomi diversi, così come può essere diverso il loro decorso e la loro terapia.
Questa è una nuova branca della medicina: la medicina di sesso e genere, che, se studiata e descritta bene, a detta delle autrici, ci porterà al raggiungimento di una medicina di precisione rendendo finalmente i sistemi sanitari più sostenibili. Questo perché verranno caratterizzate meglio le patologie, identificandone specifici segni e sintomi e garantendone perciò una terapia mirata, al momento opportuno e per il paziente specifico.
Se le malattie della mente e del cervello sono di per sé insostenibili, è compito della medicina e della ricerca trasformarle in qualcosa di più gestibile e umano. È questa l’ultima sfida della medicina moderna.

Antonella Santuccione Chadha è medico, patologo clinico con profonda conoscenza delle neuroscienze e delle malattie del cervello e della mente, e co-fondatrice e CEO dell’organizzazione non-profit “Women’s Brain Project” che si occupa dell’influenza che il nostro DNA e i ruoli di genere assunti all’interno della nostra società possono avere sulle malattie del cervello e della mente. Come medico, Antonella ha una vasta esperienza nella ricerca preclinica, nel trattamento dei pazienti, nello sviluppo clinico dei farmaci, negli affari medici e regolatori, ma anche nella creazione del quadro normativo internazionale per la malattia di Alzheimer. Sempre concentrata su una possibile risoluzione della malattia di Alzheimer, svolge il ruolo di consulente scientifico per diverse start up e per organizzazioni accademiche internazionali. È vicepresidente di Euresearch. Nel 2018 e nel 2019 è stata nominata tra le “Top 100 Women” in Svizzera. Nel 2019 è stata eletta donna dell’anno in Svizzera dalla rivista Women in Business. Nel 2020 le è stato conferito il Premio Mondiale per la Sostenibilità, condiviso con il WBP team. La dott.ssa Santuccione Chadha è fortemente interessata a rimuovere i bias nello sviluppo di soluzioni per le malattie mentali e neurologiche, in modo che i medicinali di precisione e le nuove tecnologie possano essere consegnati ai pazienti in modo più preciso e tempestivo. Antonella si sta impegnando per la creazione di un Istituto per la medicina di precisione che studi le differenze basate sul nostro DNA e sul genere.

Maria Teresa Ferretti (PhD) è laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università di Cagliari. Ha coltivato la sua passione per le neuroscienze in Inghilterra, Canada (dove ha conseguito un PhD in Farmacologia e Terapia Farmacologica all’università McGill di Montreal nel 2011) e Svizzera. Esperta in Alzheimer e medicina di genere, studia da oltre dieci anni l’interazione fra il sistema immunitario e il cervello. Ha pubblicato lavori scientifici in prestigiosi giornali peer-reviewed, compresi Nature e PNAS; appassionata di divulgazione scientifica, è stata nel 2109 una TED-x speaker. In Svizzera, fonda l’organizzazione non profit “Women’s Brain Project” (di cui è attualmente Direttrice Scientifica) con lo scopo di studiare le specificità dei due sessi in materia di malattie neurologiche e psichiatriche, e capire come usarle per raggiungere una medicina di precisione.